Asti con “Inclusione generativa” al via un progetto per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità

Agenzia Piemonte Lavoro partecipa con il Centro per l’impiego di Asti al progetto sperimentale “Inclusione generativa”, realizzato per promuovere percorsi di accompagnamento di persone adulte con disabilità, intellettiva e/o sensoriale, all’inclusione sociale, con l’obiettivo di inserimenti lavorativi stabili presso aziende del territorio astigiano. L’iniziativa è promossa dalla Città di Asti e sostenuta da Fondazione CRT con i fondi del bando Vivo Meglio.
Nei giorni scorsi si è tenuta la prima “Cabina di regia” a cui hanno partecipato tutti i partner: UniAstiss - UVMD (Unità Multidisciplinare di Valutazione della Disabilità) dell’ASL di Asti, Agenzia Piemonte Lavoro con il Centro per l’impiego di Asti, Istituto Sordi di Torino (sede di Asti), gli enti di formazione professionale Scuole Tecniche San Carlo, Enaip, Colline Astigiane e Fondazione Casa di Carità, le associazioni APRI (Associazione Piemontese retinopatici e Ipovedenti - sezione di Asti) e UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti sezione di Asti).

"La partecipazione attiva alle reti locali è un obiettivo importante per l'attività di Agenzia Piemonte Lavoro – ha spiegato Federica Deyme, direttrice Agenzia Piemonte Lavoro - che mette a servizio dei territori regionali le sue risorse professionali qualificate. Con il Centro per l'Impiego di Asti, Agenzia Piemonte Lavoro utilizzerà la mappatura dei bisogni occupazionali delle imprese per favorire l’inserimento in tirocinio di persone con disabilità. Inoltre sarà realizzato un servizio di informazione sulle normative che ne favoriscono l'assunzione."