Articoli

Progetto strategico ALCOTRA - PEEF "Polo d'eccellenza: educazione e formazione"

Il progetto strategico PEEF "Polo d'eccellenza: educazione e formazione" si pone l'obiettivo di incoraggiare l'integrazione delle popolazioni grazie alla mobilità e agli scambi nel quadro comune dell'educazione, della formazione e dell'impiego tra le regioni transfrontaliere, di favorire le conoscenze specifiche attraverso lo scambio di buone pratiche, l'avvicinamento dei dispositivi educativi e di formazione, con il riconoscimento reciproco delle qualificazioni e l'utilizzo delle rispettive lingue. Partecipano al progetto venticinque partner tra enti locali e istituzioni scolastiche, italiani e francesi, del Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta, Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte d'Azur.

Gli elementi più innovativi del progetto strategico, quelli che hanno maggiore impatto sui giovani sono la mobilità degli studenti e gli scambi tra gli istituti scolastici, la sperimentazione di percorsi bilingui a dimensione europea, il diploma Esabac, la mobilità transfrontaliera per apprendisti e ragazzi in formazione professionale, la scoperta transfrontaliera dei mestieri (per presentare ai giovani le opportunità offerte dallo spazio transfrontaliero in termini di mestieri e d'impiego) e lo scambio di buone pratiche sul tema della lotta all'abbandono scolastico.

Con determinazione n.258 del 05/06/09 la Direzione Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro – Settore Programmazione del Sistema Educativo Regionale ha determinato di avvalersi dell’Agenzia Piemonte Lavoro per le funzioni di assistenza nella gestione tecnica, finanziaria e di coordinamento del progetto strategico Alcotra “PEEF”, di cui è capofila, con le modalità indicate nella convenzione sottoscritta tra le parti in data 3 novembre 2009.

L’APL pertanto supporta la Direzione Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro – Settore Programmazione del Sistema Educativo Regionale nella gestione tecnica, finanziaria e di coordinamento del progetto strategico Alcotra “PEEF” e nell’espletamento di tutti gli obblighi derivanti dal ruolo di “capofila unico” del partenariato italo-francese, come di seguito specificato.

  1. Supporto alla gestione dei flussi di comunicazione fra il capofila e i partner, in tutte le forme e i modi necessari o richiesti dagli interlocutori (telefonate, documenti, fax, email, ecc.).
  2. Assistenza per il coordinamento dei partner del progetto, sia per quanto riguarda lo svolgimento di attività comuni a più partner, sia come richiesta di adempimento di compiti specifici, fornendo, se del caso, il supporto consulenziale necessario allo svolgimento di dette attività, avendo come riferimento costante il conseguimento degli esiti (risultati) cui sono riferite.
  3. Supporto al coordinamento generale del progetto, con governo delle dimensioni temporali, del rispetto dei milestones, della produzione degli output, della raccolta di strumenti, metodi, approcci, dispositivi, ecc posti in essere nella realizzazione del progetto, con particolare riferimento a quelli attraverso l’impiego dei quali sono stati conseguiti i risultati del progetto.
  4. Realizzazione di un piano di monitoraggio che contenga ogni aspetto pertinente alla rilevazione di dati significativi sul progetto e al suo sviluppo.
  5. Raccolta della documentazione finanziaria relativa a tutti i partner e assistenza per la realizzazione della rendicontazione economica in ogni suo aspetto.
  6. Informazione costante al Settore Programmazione del Sistema Educativo Regionale sull’attività svolta.