Inserimento lavorativo disabili: firma accordo quadro Regione, organizzazioni sindacali e datoriali

Favorire la collocazione delle persone con disabilità che presentano maggiori difficoltà d’inserimento lavorativo grazie ad opportunità d’impiego nelle cooperative sociali. E’ l’obiettivo dell’accordo quadro siglato stamane in Piazza Castello dalla Regione Piemonte, rappresentata dall’assessora al Lavoro Gianna Pentenero, insieme alle organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil Piemonte) e datoriali (Confagricoltura Piemonte, Coldiretti Piemonte, Confindustria Piemonte, Confapi Piemonte, Confartigianato Piemonte, Cna Piemonte, Casartigiani Piemonte, Confcommercio Piemonte, Confesercenti Piemonte, Legacoop Piemonte, Confcooperative Piemonte) che compongono la Commissione regionale di concertazione.  

L’intesa prevede la possibilità per le aziende di effettuare una parte delle assunzioni obbligatorie previste dalla Legge 68/99 affidando, attraverso la stipula di apposite convenzioni,  una o più commesse a cooperative sociali o consorzi di cooperative che, per svolgere il servizio esternalizzato, assumono lavoratori disabili iscritti alle liste del collocamento mirato. A curarne l’inserimento lavorativo, verificando la compatibilità tra i profili professionali e le attività svolte dalla cooperativa sono i centri pubblici per l’impiego coordinati dall’Agenzia Piemonte Lavoro, che firmano la convenzione propedeutica all’assunzione, insieme all’azienda e alla cooperativa sociale.

La convenzione può avere una durata massima di tre anni, rinnovabile per altri due, e minima di un anno.

Scarica il comunicato stampa