Fatturazione elettronica - comunicazione ai fornitori

Il Decreto Ministeriale n.55 del 3 aprile 2013 ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della legge 244/2007, art.1, commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, l'Agenzia Piemonte Lavoro, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano emesse in forma elettronica secondo il "Formato della fattura elettronica" del citato DM 55/2013.

Per il corretto recapito delle fatture alla scrivente A.P.L. deve essere indicato nella fattura elettronica il Codice Univoco Ufficio IPA destinatario di fattura elettronica: si tratta di un' informazione obbligatoria che deve essere inserita alla voce "Codice Destinatario" del tracciato XML.

Il Codice Univoco Ufficio IPA destinatario di fattura elettronica dell'Agenzia Piemonte Lavoro è: UFFU6Z

Oltre al "Codice Univoco Ufficio" vanno indicate in fattura anche le seguenti informazioni:

  • Intestazione della Fattura: Agenzia Piemonte Lavoro, Via Amedeo Avogadro 30, 10121 Torino C.F. 97595380011 P.IVA08075340011
  • il numero della fattura, la data di emissione e la data di scadenza:
  • la Ragione Sociale del creditore e la relativa P.IVA e/o codice fiscale:
  • i riferimenti del contratto a cui la fatturazione si riferisce (oggetto contratto, numero e la data della determinazione di affidamento ed il numero di impegno contabile comunicato dall'APL).
  • qualora richiesto, il Codice Unitario Progetto (C.U.P.);
  • se previsto, il Codice Identificativo Gara (C.I.G.);
  • IBAN del conto corrente dedicato;

Si precisa che:

  • non potranno essere pagate da questa Agenzia fatture emesse dal 31 marzo 2015 in forma non elettronica;
  • la mancata indicazione del Codice Univoco Ufficio preclude l'invio della fattura elettronica;
  • la mancata indicazione dei dati obbligatori determinerà il mancato pagamento della fattura.

Si evidenzia che sul sito www.fatturapa.gov.it è pubblicata la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica.

 

Informazioni relative allo Split Payment (Legge di Stabilità 2015 n. 190 del 23.12.2014, articolo 1, comma 629, lettera b) - APL esclusa dall'obbligo

La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto un nuovo articolo al Dpr Iva 633/72 (articolo 17-ter), relativo allo split payment che prevede che le pubbliche amministrazioni acquirenti di beni/servizi debbano versare direttamente all'erario l'IVA che è stata loro addebitata dai fornitori per le operazioni fatturate a partire dal 01.01.2015.

Il decreto del Ministero dell'economia e delle finanze del 23 gennaio 2015 non include l'APL nell'elenco degli enti soggetti allo split payment indicati nel medesimo articolo.
L'Agenzia Piemonte Lavoro, precauzionalmente, ha presentato formale istanza di interpello alla competente Agenzia delle Entrate; in attesa di ricevere formale parere Vi comunichiamo che: nulla cambia nel rapporto tra i fornitori e l'A.P.L.

L'A.P.L. continuerà a pagare l'importo totale delle fatture ricevute (Iva compresa), e i fornitori continueranno a versare l'IVA all'erario.